Quali sono i sintomi dell’Anemia Mediterranea?

L’Anemia Mediterranea, considerata come la malattia del globulo rosso, non deve essere considerata come una malattia che reca molte preoccupazioni ma che più semplicemente và esaminata nel suo profondo. A riguardo, dandovi un semplice consiglio, bisogna semplicemente rendersi conto di alcune cose; Solo così la realtà potrà giocare a tuo favore. Se fino ad ora non soffrivi di stanchezza, assenza d’ossigeno e colore pallido, dovresti iniziarti a chiedere:” Cosa Ho? Cosa mi sta accadendo? Perché il mio corpo sembra così fragile? Perché mi quando mi alzo dal mio letto mi sento così stanco?” Se presenti almeno uno dei 3 sintomi scritti qui sopra, potresti esser affetto da Anemia Mediterranea o talassemia. Prima di rivolgerti al tuo medico di fiducia e di farti stravolgere dall’ansia, siediti comodamente sul tuo divano e leggi questo articolo. Potrebbe esserti d’aiuto!

Quali sono i sintomi ufficiali dell’Anemia Mediterranea?

  1. Stanchezza
  2. Debolezza
  3. Mancanza di fiato
  4. Aspetto pallido
  5. Irritabilità
  6. Colorazione gialla della pelle (ittero)
  7. Deformità ossee del viso
  8. Sviluppo lento
  9. Addome sporgente
  10. Urine scure.

N.B. I sintomi ed i suoi segni sono variabili in base al tipo di anemia che si ha.

Una volta capiti i sintomi di questa malattia, non farti prendere dallo sconforto e prima di scappare dal medico, ecco cosa ti consigliamo di fare:

  1. Annotare ogni sintomo avvertito da sé o dal proprio bambino, compresi quelli che potrebbero apparire estranei alla ragione per cui è stato programmato l’appuntamento.
  2. Annotare tutte le informazioni importanti, da forti stress a cui si è stati sottoposti a cambiamenti di vita recenti. Chiedere ai familiari se qualcuno sia dal lato materno che paterno, sia mai stato affetto da talassemia e lasciare che il medico lo confermi.
  3. Portare con sé un elenco di tutti i farmaci, vitamine ed integratori che si stanno assumendo.
  4. E’ probabile che durante la visita il dottore vi ponga molte domande, dovete quindi essere pronti nelle risposte così che abbiate maggior tempo per approfondire i punti che più vi interessano. Il medico può chiedere:
  • Sa se qualcuno in famiglia è affetto da talassemia?
  • Di quale parte del mondo è originaria la sua famiglia?
  • Quando ha cominciato ad avverite i primi sintomi?
  • Avverte i sintomi continuamente o in maniera occasionale?
  • Quanto sono gravi i sintomi?
  • C’è qualcosa che sembra alleviare tali sintomi?
  • Che cosa invece sembra peggiorarli?